Poche sono le persone che ancora non la conoscono, nel giro di pochi mesi Imen Boulahrajane ha fatto crescere il numero dei propri follower sui social in maniera esponenziale e ogni giorno in moltissimi iniziano a seguirla. La ragazza di origini marocchine, nata a Varese nel 1995, si presenta sul suo profilo Instagram in maniera schietta e simpatica come “economista che non sa risparmiare”.

Si è laureata alla Bicocca di Milano, città in cui vive, in Economia ed amministrazione d’impresa. In una sua intervista ammette di essersi resa conto di quanto l’università sia una specie di “bolla”. Dice: “una volta finiti gli studi è probabile che tu non sappia neanche cosa sia il 730! […] Usavo già Instagram creando racconti per la cerchia dei miei amici, in una dimensione familiare. In quel momento ho pensato che avrei potuto farne qualcosa di diverso”.

È così che ha iniziato a raccontare di economia, politica e attualità, tramite post che si alternano a scatti in cui vede degli amici e altri in cui fa shopping. Il feedback che ha ricevuto è stato del tutto inaspettato. La gente ha iniziato a farle domande, scriverle per approfondire alcuni argomenti, cercare un confronto. Per mantenere alta la curiosità Imen ha sempre risposto, arricchendo i suoi contenuti del background storico, il contesto geografico e allegando link di articoli, video di interviste e telegiornali. Adesso il suo obiettivo è quello di raccontare e rendere argomenti, spesso aridi e complicati, pane quotidiano.

È triste ammettere che oggigiorno la gente spende ore su social come Instagram e Facebook a scorrere casualmente la home, senza un vero interesse. Ormai è un’ossessione, un gesto automatico. Imen, con i suoi post da 15 secondi e le didascalie precise e sintetiche, riesce a mantenere l’attenzione dei suoi follower e a farne crescere la curiosità.

Il suo target principale sono i giovani, i millennials, di cui una buona percentuale sono assetati di informazione, ma di cui il restante è svogliato, o semplicemente non abituato, a tenersi al corrente di cosa sta succedendo nel mondo. Lei dà le informazioni tramite canali “non tradizionali”.

Personalmente credo che Imen abbia avuto un’idea geniale. Tramite un social la “fatica” del tenersi aggiornato, sembra minore. In più è piacevole, estroversa e carismatica. Parla degli avvenimenti in maniera spontanea, con parole semplici e frasi brevi, facendo spesso dell’ironia. Ad esempio quotidianamente aggiorna i suoi ascoltatori sul caso Brexit, rappresentandolo come se fosse una telenovela di cui tutti siamo desiderosi e ansiosi di sapere quale sarà il finale.

Tratta argomenti anche molto caldi e delicati in modo chiaro e lineare, come il conflitto curdo-turco, spiega brevemente come funzionano le leggi italiane, cos’è lo spread, i dazi di Trump. Quando ha pubblicato riguardo le proteste a Hong Kong, Instagram le ha bloccato dei post perché “espliciti” e “vietati” dal governo di Pechino. Incredibile, non è vero?

Eppure lei ha continuato a pubblicare imperterrita, decisa a far sapere cosa realmente sta accadendo e perché. Chi vive nei luoghi di interesse le manda foto, video, testimonianze, articoli. Le persone le chiedono di divulgare le informazioni grazie alla sua disponibilità e visibilità.

Ammette, con sollievo, di non aver mai avuto haters. Riceve spesso critiche e correzioni riguardanti il contenuto degli argomenti, ma da questo nascono arricchimenti, scambi di idee, confronti. Molti professori le hanno scritto dicendole che le sue stories danno spunto per le lezioni. Gli studenti la ringraziano perché “finalmente hanno capito”, i genitori la ascoltano mentre fanno colazione o mentre portano i figli a scuola.

Venerdì 8 novembre parteciperà ad un talk alla facoltà di Economia e Management a Torino, in corso Unione Sovietica. L’evento è organizzato dal Marketers Club, un’associazione di studenti che si occupa di marketing e comunicazione. L’evento si terrà dalle 16 alle 18 e il titolo è “L’economia politica spiegata su Instagram”. Imen spiegherà della sua esperienza sui social, del come è arrivata a tanta visibilità e parlerà dei temi caldi del momento. Per maggiori informazioni consiglio di seguire la pagina del MARKETERs Club su Instagram o Facebook.

Imen Jane è l’esempio di come i social possono essere utilizzati per divulgare notizie importanti, che non sempre vengono raccontate alla televisione e sui giornali. Di come si può parlare di temi che spesso vengono evitati dalla gente, soprattutto dai giovani, perché considerati noiosi e complicati. Con il suo profilo vuole dimostrare che l’influencer non solo sa parlare di selfie e smalti, ma sa anche spiegare una crisi di governo.

Chi siamo, in breve...

Siamo un gruppo di ragazzi che vuole diffondere ottimismo e voglia di mettersi in gioco non solo attraverso una rivista.

Come sostenerci

Se quello che hai letto su questo sito ti è piaciuto, sostieni la nostra Associazione. Il tuo contributo ci aiuterà ad affrontare sempre nuove sfide!

Seguici su...

Privacy policy - Disclaimer e note legali

© 2017 Associazione Culturale 1000 Miglia. C.F. 96092090040. Credits to Federico Flecchia.

Share This